exhibitions
Leave a Comment

ADI // Design Index 2020

Prod.: FAP Ceramiche Design: FAP Ceramiche

/// The ADI Design Index in the new ADI headquarters: in an exhibition that has been long postponed due to the Covid-19 emergency and which will be open until June 20th, the spaces of the ADI Design Museum are home to the 2020 edition of the review of the best Italian design products.

The exhibition presents a significant part of the products selected by the ADI Design Permanent Observatory (207 out of 521 candidates) together with 32 projects in the Targa Giovani (Youth Section) category, created by students at university design schools and selected from 283 applications.
As always the selection has focused particularly on quality as identified by the keywords in the Design Memorandum 2.0, the design manifesto promoted by ADI in 2013. These include intelligence, competence and rigour but also aspirations to the common good and beauty. The constant objective, and never more so than today, is sustainable and responsible development.
Among the products presented and alongside the 46 intended for the home (furniture and lighting), the 21 social design initiatives (the most recently introduced category in the Index) stand out. There is also a large number of products for mobility and work (18 in each category), communication products (17) and service design (16). The presence of research is also significant, proving the continuity of the commitment of designers and companies to innovation: 12 theoretical essays and publishing initiatives, and 11 examples of applied research aimed at businesses.

This is a positive panorama, distributed with varying characteristics along the whole of Italy’s 1,300 kilometres. Through expanding its culture in numerous Italian regions, Design is changing the characteristics of production and manufacturing and has ample space for growth at its disposal. In particular, in the sectors described as “the 4 A’s of Italian manufacturing
excellence” (Automazione, Abbigliamento, Arredo, Alimentari [Automation, Clothing, Furniture, Food]), the instruments of design promise to significantly improve business growth.


//  ADI Design Index nella nuova sede dell’ADI: gli spazi dell’ADI Design Museum ospitano in una mostra aperta fino al 20 giugno l’edizione 2020 della rassegna dei migliori prodotti del design italiano, a lungo rinviata per l’emergenza COVID-19.

La mostra presenta una parte significativa dei prodotti selezionati dall’Osservatorio permanente del Design ADI, che sono stati 207 su 521 candidature, cui vanno aggiunti 32 progetti degli studenti delle scuole universitarie di design della sezione Targa Giovani, selezionati tra 283 candidature.

Una selezione come sempre particolarmente attenta alla qualità, individuata dalle parole chiave del Design Memorandum 2.0, il manifesto del progetto promosso dall’ADI nel 2013. Tra queste l’intelligenza, la competenza, il rigore, ma anche l’aspirazione al bene comune e alla bellezza. L’obiettivo di sempre, ma soprattutto di oggi, è lo sviluppo sostenibile e responsabile.

Tra i prodotti si distinguono, accanto ai 46 destinati alla casa (arredamento e illuminazione), le 21 iniziative di design sociale (la categoria di più recente introduzione nell’Index). Particolarmente numerosi anche i prodotti per la mobilità e per il lavoro (18 per ciascuna categoria), quelli di comunicazione (17) e il design dei servizi (16). Significativa anche la presenza della ricerca, a riprova della continuità dell’impegno dei progettisti e delle imprese nell’innovazione: 12 tra saggi teorici e iniziative editoriali, e 11 ricerche applicate destinate alle imprese.

Un panorama positivo, distribuito con caratteristiche diverse lungo tutti i 1.300 chilometri della penisola. Il design, ampliando la sua cultura in numerose regioni italiane, sta cambiando le caratteristiche della produzione, e ha a disposizione un ricco territorio di espansione. In particolare nei settori battezzati “le 4 A dell’eccellenza manifatturiera italiana” (Automazione, Abbigliamento, Arredo, Alimentari) gli strumenti del design promettono di migliorare significativamente la crescita delle imprese.

Prod.: Martinelli Luce Design: Habits

A lamp stretched between the ceiling (or wall) and the floor, made of a strip of coloured elastic cotton that encloses a exible LED strip and adapts to the heights and needs of the spaces by simply varying the angle. The aluminium base contains the electrical circuits and the ballast. To control the light, just adjust the body of the lamp: by pulling it gently up or down you can dim or increase the light while with a quick movement of the hand the lamp turns on or off. It undermines the traditional concept that lamps must be rigid structures: Elastica is a strip of exible fabric that playfully encloses the light in a soft, elastic and familiar material.

// Una lampada tesa tra il soffttto (o la parete) e il pavimento, composta da una striscia di cotone elastico colorato che racchiude una striscia LED essibile e si adatta alle altezze e alle esigenze degli spazi con la semplice variazione dell’inclinazione. La base di alluminio contiene i circuiti elettrici e la zavorra. Per controllare la luce basta agire sul corpo della lampada: tirandolo dolcemente verso l’alto o verso il basso è possibile graduare la luce, con un movimento rapido della mano la lampada si accende o si spegne. Scardina la consuetudine che considera la lampada una struttura rigida: Elastica è una striscia di stoffa essibile che racchiude giocosamente la luce in un materiale morbido, elastico e familiare.

Prod.: Flos Design: Konstantin Grcic                                                                                                        

A collection of lamps made up of transparent cylindrical glass modules that connect to create door and ceiling models, with domed or conical tops. The tradition of mouth-blown glass is combined with LED technology which is integrated in the connection between the elements: the light modules can be joined up to a maximum of 6 to create a light sculpture. The LED strips placed at the base and in the junction rings of the cylinders emit a warm diffused light while the direct light beams of the multiple LED boards (Cob LED) at the base of the head ensure, where necessary, the maximum definition of objects.

// Una collezione di lampade composta da moduli cilindrici di vetro trasparente che si connettono per creare modelli da terra e da soffitto, con teste a cupola o a cono. La tradizione del vetro soffiato a bocca si unisce alla tecnologia LED, integrata nella connessione tra gli elementi: i moduli luminosi possono essere uniti fino a un massimo di 6, per creare una scultura di luce. Le strisce a LED collocate alla base e negli anelli di giunzione dei cilindri emanano una luce diffusa e calda, mentre i fasci luminosi diretti delle schede a LED multipli (Cob LED) alla base della testa assicurano, dove necessario, la massima definizione degli oggetti.

Prod.: Persico Marine Design: Wilson Marquinez

A boat of only 7 metres in length that adopts construction technologies from the highest levels of competition. To improve performance, foiling technology is also used which allows the boat to eliminate the hull’s hydrodynamic resistance thanks to air support profiles. The materials used are recyclable at the end of the product’s life: the carbon which the boat is made of can be recycled for the moulds used to produce it.

// Una barca di soli 7 metri di lunghezza che adotta le tecnologie costruttive dei massimi livelli di competizione. Per migliorare le prestazioni viene usata anche la tecnologia del foiling che permette all’imbarcazione di eliminare la resistenza idrodinamica dello scafo grazie a profili alari di sostentamento. I materiali utilizzati sono riciclabili a fine vita del prodotto: il carbonio di cui è fatta l’imbarcazione può essere riciclato per gli stampi destinati a produrla.

Prod.: Palomar Design: Emanuele Pizzolorusso

A radio that connects the user live to radio stations in cities around the world: 18 magnetic keys, each marked with the name of a city, activate the relative radio stations in real time. The newfound physicality of this two-tone object (in Black/Stone and Red/Sand combinations) is both familiar and surprising, recalling the devices of the golden age of radio when the names of cities identified the frequencies. Thanks to modern technology, it manages to recreate the lost emotion of listening to the voices of the cities live through a dedicated “sound box”. In order to use it, you need to download an app (iOS and Android) that allows you to connect the radio to the Internet and con gure and change the selection of the cities.

// Una radio che connette in diretta l’utente alle stazioni radio di città di tutto il mondo: 18 tasti magnetici, ognuno contraddistinto dal nome di una città, attivano in tempo reale le relative stazioni radio. La ritrovata sicità di questo oggetto bicolore (nelle combinazioni Black/Stone e Red/Sand), familiare e sorprendente, ricorda gli apparecchi dell’età aurorale della radio, quando i nomi delle città individuavano le frequenze. Grazie alla tecnologia riesce a ricreare l’emozione perduta di ascoltare in diretta le voci delle città attraverso una scatola sonora dedicata. Per poterla usare è necessario scaricare un’app (iOS e Android) che permette di collegare la radio a Internet e di con gurare e di modi care la selezione delle città.

La cannuccia di pasta biologica gluten-free Prod.: Campo Design: Pietro LaGreca – Pastificio GlutenFree Foods

The first straw for sipping drinks made of organic GMO-free and gluten-free material: a small contribution to the global campaign for raising public awareness about the environmental emergency caused by the use of disposable plastics. It is the best alternative solution to the plastic straw: it has been tested in the laboratory and remains intact after 45 minutes of use and does not let you perceive the taste of the pasta when you smell the drink and does not alter its avour. Available in yellow, black, red and green.

//La prima cannuccia per sorbire le bibite fatta di pasta biologica senza OGM e senza glutine: un piccolo contributo alla campagna mondiale per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’emergenza ambientale cau- sata dall’impiego delle plastiche monouso. È la miglior soluzione alternativa alla cannuccia di plastica: è stata testata in laboratorio e rimane integra dopo un uso di 45 minuti, non fa percepire il sapore della pasta nel momento in cui si aspira la bevanda e non ne altera il sapore. Disponibile nei colori giallo, nero, rosso e verde.

Prod.: Mogu Design: Mogu

A collection of sound-absorbing panels made with mycelium, the vegetative system of mushrooms, which acts as a binder for cotton and hemp waste. The result is a homogeneous composite totally free of plastics, petroleum derivatives and formaldehyde which is completely stable, safe, durable and biodegradable. The collection includes four different types inspired by natural landscapes, in the original colour of mycelium with slight pleasant tonal variations that make each single piece unique and offer the widest variety of combinations possible. With their high porosity and extremely low density, the panels have a high sound-absorbing power and are suitable for both residential and commercial spaces.

//Una collezione di pannelli fonoassorbenti realizzata con il micelio, l’apparato vegetativo dei funghi, che fa da legante a scarti di cotone e di canapa. Ne nasce un composito omogeneo totalmente privo di plastiche, derivati del petrolio e formaldeide, assolutamente stabile, sicuro, durevole e biodegradabile. La collezione comprende quattro tipologie differenti ispirate ai paesaggi naturali, del colore originale del micelio, con lievi e gradevoli variazioni di tono che rendono unico ogni singolo pezzo e rendono possibili le combinazioni più varie. I pannelli, ad alta porosità e bassissima densità, possiedono un alto potere fonoassorbente e sono adatti a spazi residenziali e commerciali.

Prod: Kartell Design: Philippe Starck

A furniture collection that starts from a natural material – wood – transformed into an industrial product. Only a thin layer of wood from certi ed forests is used, which is processed in a mould which takes the horizontal and vertical curvature of the panel to the limit, creating a seat shell with never-before-seen roundness yet with minimal consumption of raw material. Available in the Basic Veneer (overlapping thin sheets of beech) or Slatted Ash versions in which the light or dark wood grain is visible, they can be supplied with chromed steel legs for the light version or black painted legs for the dark version.

// Una collezione d’arredamento che parte da un materiale naturale – il legno – trasformato in un prodotto industriale. Viene utilizzato solo un sottile strato di legno proveniente da foreste certi cate, che viene lavorato in uno stampo in grado di portare al limite la curvatura orizzontale e verticale del pannello creando la scocca della seduta con rotondità mai realizzate prima e con un consumo minimo di materia prima. Disponibile nelle varianti Basic Veneer (fogli sottili di faggio sovrapposti) o Sla ed Ash (frassino a doghe) in cui sono visibili le venature del legno, chiaro o scuro. Si possono abbinare a gambe d’acciaio cromato per la versione chiara o verniciato nero per la versione scura.

Committente / Client: Giovanna Castiglioni – Fondazione Achille Castiglioni Autrici / Authors: Giovanna Castiglioni, Sara Vivan

A series of ipbooks which looks at designs by Achille Castiglioni as seen through the eyes of his daughter Giovanna, who narrates details of family life while illustrating the design intuition and the function of the “leading characters” of the books, such as the Lampadina lamp and the Basello table (the subjects of the rst two books in the series).

//Una collana di ipbook incentrati sui progetti di Achille Castiglioni, raccontati con lo sguardo della figlia Giovanna che narra alcuni particolari di vita familiare, illustrando l’intuizione progettuale e la funzione dei “protagonisti” dei libri, come la lampada Lampadina e l’arredo mobile Basello (soggetti dei primi due libri della collana).


Back to: now // home

Share your opinion!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s